S(h)omewhere 


Un wall-collage che sollecita l’attenzione e invita lo spettatore alla riflessione. Un “montaggio delle attrazioni”: immagini accumulate negli archivi personali, foto di famiglia o immagini prese dai media in maniera “random”. L’idea è di mettere in scena una possibile storia collettiva con il sostegno di elementi autiobiografici, ricordi, sentimenti, sensazioni della storia personale come in una sorta di diario visivo. La migrazione, vissuta personalmente dall’artista, nato in Romania e residente a Roma, implica l’idea di frammentazione e fluidità, di collegamento con l’alterità, con gli altri spazi sociali e psicologici, fondamentali nella comprensione della condizione postmoderna. 

Rossana Di Lella, 2012

1/1
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now